martedì 30 ottobre 2007

A metà fra rete e sciamanesimo: calcolare la propria età biologica e il momento esatto della propria morte




Vi sentite stanchi, affaticati, stressati? Non preoccupatevi, probabilmente siete vecchi. Sì vecchi. L'anagrafe è solo un polveroso abaco cartaceo che registra lo scorrere del tempo effettivo ma non di quello biologico. Ma, anche in questo caso, ci viene in soccorso la rete. Con un pò di pazienza e qualche dato medico recente, si può scoprire la propria età biologica. Basta andare su http://www.realage.com/ registrarsi e compilare il lunghissimo e accuratissimo test. Pressione arteriosa, analisi del sangue, stile di vita, malattie ereditarie, medicine assunte con regolarità e persino la velocità media a cui si va in auto, sono solo alcune delle domende a cui si è sottoposti. Avviso per gli internauti ipocondriaci: io l'ho fatto per la prima volta nel 2005, a 23 anni, e la mia età anagrafica è risultata di 32 anni e sei mesi. Immediatamente ho sentito il respiro farsi tremulo e la mia mano molle e rugosa sul mouse. Non oso pensare quanti anni biologici possa avere maturato negli ultimi due anni ma , per sicurezza, non l'ho mai più fatto.
Se invece puntate dritto al sodo e volete saltare la lunga trafila scientifica di Real Age, vi potete buttare su un'alternativa sciamanica che taglia il problema alla radice.
http://www.deathclock.com/. Basta inserire data di nascita, indice di massa corporea, dire se si è pessimisti o ottimisti, fumatori o non fumatori e parte il conto alla rovescia. Dalla propria morte, ovviamente. Secondo dopo secondo. Io tirerò le cuoia nel 2021. Ma questo, a differenza di real age, non si basa su alcun calcolo scientifico. Spero.


Nessun commento: